Il Contoterzista

Organo ufficiale dell'Unima, l'Unione nazionale delle imprese di meccanizzazione agricola, il mensile Il Contoterzista è l'unica rivista specializzata rivolta ad una categoria dal ruolo strategico, gli agromeccanici.

Imprenditori che hanno registrato una rapida crescita, attribuibile in buona parte alla frammentazione tipica delle aziende agricole italiane e quindi alla necessità di ridurre i costi attraverso la gestione diretta ed indiretta delle strutture fondiarie. Un ruolo destinato a rafforzarsi anche in futuro, in risposta ad un'agricoltura sempre più specializzata e professionalizzata.

In questo senso il contoterzismo rappresenta, nei confronti dell'industria produttrice di macchine per l'agricoltura, una domanda di meccanizzazione qualificata nonché indirizzata alla razionalizzazione del lavoro ed all'efficienza economica. Nelle prime pagine della rivista, che arriva nelle case di tutti i contoterzisti italiani, troviamo un dettagliato panorama normativo, soprattutto in materia di fisco, circolazione e sicurezza. Fra gli articoli a carattere più prettamente tecnico l'attenzione maggiore è rivolta alle novità in materia di meccanizzazione e pratiche agronomiche.

Le interviste agli stessi contoterzisti ed ai rappresentanti della categoria realizzano infine una fondamentale nonché vivace "presa diretta" con i temi più attuali riguardanti questo dinamico settore dell'agricoltura italiana.


Rubriche

Uno spazio importante occupano le rubriche. Nei reportages troviamo una fotografia delle diverse tendenze del contoterzismo. All'estero apre una finestra sulle strategie adottate in altri paesi. Novità segnala macchine e prodotti lanciati recentemente sul mercato. L'industria informa propone dal punto di vista delle società interessate, i prodotti in commercio nei settori meccanico, chimico e sementi.


Profilo del lettore

Il Contoterzista si rivolge ai nuovi protagonisti dell'agricoltura italiana: i contoterzisti. Veri e propri professionisti, sempre più spesso sono impegnati anche nella gestione delle aziende dei loro clienti. In altri casi la loro attività si è diversificata fino alla commercializzazione dei prodotti agricoli o alla cura del verde pubblico. Anche le grandi aziende trovano nella rivista interessanti stimoli per l'aggiornamento professionale.